Dopo mesi e mesi impegnati in visite (e bevute) nei locali di tutta Italia, duro lavoro in cui anche il sottoscritto è stato coinvolto, si può finalmente segnalare l’uscita della Guida ai locali birrari dell’associazione MoBI, Movimento Birrario Italiano. Proprio in questi giorni è stata pubblicata la app per smartphone, disponibile al momento per sistemi Android. I melamaniaci dovranno invece aspettare ancora un po’.

L’associazione che ha realizzato questo progetto ha tra i suoi scopi fondativi la promozione del consumo consapevole di birra di qualità, anche tramite attività editoriale. Da parecchio tempo si avvertiva tra gli appassionati la mancanza di un raccoglitore di tutte le conoscenze che normalmente si scambiano nel deep web birrario, tra siti internet, newsgroup e forum dedicati alla birra di qualità.
La guida di cui parliamo ha colmato questo vuoto, raccogliendole quasi tutte e mettendo su carta informazioni “dal basso”, quelle che una volta si scambiavano a voce, riguardo ai migliori locali birrari d’Italia. L’enorme lavoro è stato completato tramite vari collaboratori regionali e diversi inviati sul campo, persone competenti che frequentano da anni l’ambiente della birra artigianale, spedite a ubriacarsi per amor di scienza.

Nonostante qualche defezione in alcune zone, si è riusciti infine a compilare oltre 650 schede e 200 segnalazioni di locali, coprendo quasi tutto il territorio nazionale. La base volontaria e l’alto numero di collaboratori rappresentano una garanzia per quanto riguarda l’indipendenza nelle valutazioni, anche se l’altra faccia della medaglia riguarda l’uniformità di giudizio, fisiologicamente variabile a seconda del collaboratore.
Un altro problema riscontrato, difficilmente immaginabile dai lettori, è la dinamicità con cui i locali aprono/chiudono/modificano orari e offerte ecc., informazioni che inevitabilmente non possono essere cambiate nella versione cartacea. Proprio per essere altrettanto dinamici si è deciso di pari passo di realizzare l’applicazione per smartphone/tablet, che grazie alla georeferenziazione può indicare i locali su una mappa e segnalarci il locale più vicino dove poter bere una Birra (la B maiuscola è voluta).

La grafica utilizzata è semplice ma efficace; i locali sono divisi per regione e per provincia, e per ognuno di essi sono indicati indirizzo, contatti web e telefonici, ma anche questioni più “pratiche”, come indicazioni sui mezzi pubblici o sulla facilità di parcheggio. Una breve ma completa descrizione del locale – di cui viene specificata la natura, distinta tra pub, brewpub, ristorante, beershop o negozio legato alla grande distribuzione –, aiuta il lettore a decifrarne l’offerta e a trovare il posto più adatto alle proprie esigenze. Per concludere la scheda, vi sono alcune informazioni sommarie legate alla fascia di prezzo, all’organizzazione di eventi particolari o alla possibilità di sconti per soci di MoBI.
Non sono state introdotte fasce di rating per i diversi locali, ma sono stati indicati con il logo “Top MoBI” i locali che incarnano al meglio i princìpi dell’associazione riguardo all’ampiezza della selezione, alla cura del cliente e all’etica dei publican.

I locali migliori d’Italia secondo gli appassionati, insomma: è proprio quest’ultimo il maggior punto di forza della guida a mio giudizio. Un altro aspetto da sottolineare è il fatto che la pubblicazione di questa guida non ha obiettivi meramente commerciali, bensì punta ad allargare la base degli iscritti all’associazione, proprio per incentivare una maggiore diffusione della cultura birraria.
È in vendita in libreria o su amazon, mentre viene regalata ai soci MoBI (il prezzo dell’affiliazione è lo stesso). L’applicazione invece è utilizzabile gratuitamente solo dai soci.

Insomma, una guida scritta dal basso, con le informazioni che qualsiasi bevitore consapevole vorrebbe conoscere prima di mettere piede in un locale.

Guida ai locali birrari

a cura di: MoBI, Movimento Birrario Italiano
LSWR, 319 pagine
Euro 19,90
VIAberebirra.blogspot.it
CONDIVIDI
Marco Traverso
Urbanista di giorno, beer-hunter di notte e homebrewer nel raro tempo libero. Ha viaggiato un po' ovunque in cerca della migliore birra, ma non l'ha ancora trovata. Su Papille per parlare di birra - of course - dalla produzione al ruttino luppolato

1 commento

  1. […] Il corso dura quattro serate e si terrà quattro location diverse: ci si vede dopocena alle 20.30, ad eccezione dell’ultima serata, dedicata all’abbinamento con il cibo, che ha inizio alle ore 20.00. La quota di partecipazione è di 150 € a persona e comprende un anno di quota associativa MoBI – Movimento Birrario Italiano (130 € per chi è già associato MoBI). Ai nuovi associati MoBI viene consegnata in omaggio la Guida MoBI ai locali birrari italiani. […]

Comments are closed.