Lunedì 22 giugno torna a Genova TerroirVino, manifestazione enoica che si è ritagliata un ampio spazio nel cuore dei papilli. Centinaia di vini in degustazione sotto casa, con vignaioli selezionati per la qualità delle loro bottiglie: cosa potremmo volere di più?

Dopo cinque anni, cambio di location: non più i Magazzini del Cotone ma la bellissima Villa dello Zerbino. Affreschi, quadri e giardini invece di gabbiani e yacht, una scelta più intimista (seppur scintillante) e più in linea con i tempi che corrono; un “nuovo corso” che torna all’antico, quando Terroir muoveva i primi passi.

Durante la giornata si terranno le tradizionali “degustazioni dal basso” a numero chiuso, mentre il giorno prima (domenica 21) spazio a #VUU, la Vinix unplugged unconference (si parla di vino, comunicazione e internez).

Sono 64 gli espositori di questa edizione di TerroirVino (non solo vino, c’è anche pesto, birra, aceto, formaggio e sidro), con nutrita delegazione internazionale slovena: Liguria e Piemonte le regioni più rappresentate.
Molti i nomi noti, altrettanti quelli di vignaioli “aficionados” che fa piacere riassaggiare, e diverse le novità da andare a scoprire.

Insomma, noi ci saremo. Tutte le info su www.terroirvino.it.