Nei giorni in cui proprio non ho tempo di cucinare, ma devo fare un po’ di “sciato” (bella figura) con i soliti parenti francesi o con gli amici, propongo spesso questa semplicissima ricetta a tutti nota, che però desta sempre rinnovate emozioni e coglie le simpatie di chi ama mangiare bene.

Per inciso, a Parigi (già saprete le vicissitudini che mi legano alla Francia), la famiglia lo propone ad amici e nelle migliori cene con il nome di  Spaghetti alla Mateò.

L’ultima volta, durante una importante riunione nella quale avevo spento il telefonino,  mi fecero chiamare con urgenza perché avevano smarrito per strada qualche dettaglio, dato che impelleva una cena quella sera stessa. Credo che presto ne scriveranno un libro e diventerò più celebre di Escoffier.

 

Spaghetti con gli scampi

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 grammi di scampetti
  • 4 etti di spaghetti o (trenette)
  • 15 Pomodori ciliegini
  • Olio, sale,
  • 1 bicchiere di vino bianco,
  • prezzemolo
  • 3 spicchi d’aglio.

 

La ricetta

Mettete l’acqua per la pasta sul fuoco. Una volta che bolle, salate  e buttate gli spaghetti. Appena buttata la pasta, che solitamente impiega 10/12 minuti per cuocere, sbucciate 3 spicchi d’aglio e schiacciateli con il piatto di un coltello. Metteteli in una padella molto ampia con mezzo bicchiere d’olio su fuoco alto, non appena l’aglio sfrigola aggiungete gli scampetti e, dopo un paio di minuti, girateli uno ad uno sfumando il  bicchiere di vino.

A questo punto aggiungete i pomodorini tagliati a metà e lasciate cuocere un altro paio di minuti. Nel frattempo gli spaghetti dovrebbero essere molto al dente, scolateli e metteteli nella padella del sugo con il fuoco bello forte. Saltateli per bene aggiungendo il prezzemolo. Et voilà, un quarto d’ora e  il vostro piatto è pronto!
Servite immediatamente. Il vostro ospite sarà entusiasta.

Vino d’accompagnamento consigliato Vermentino Ligure.

Suggerimenti: se proprio non avete i pomodorini a disposizione usate un passato di pomodoro, ma che sia buono, sennò il piatto perde tutto il suo gusto.

Se poi non trovate gli scampetti potete sostituirli con dei gamberoni. Ma il massimo rimane scampetti e pomodorini freschi.

CONDIVIDI
Matteo Lunardi
Ferocissimo difensore della più intollerante aderenza alla tradizione ligure, per sua sfortuna da piccino è caduto in un pentolone di Kebab ed è cresciuto con questo bipolarismo alimentare

2 Commenti

Comments are closed.