Non è un caso che l’azienda vinicola Santa Margherita sia stata più volte definita una fuori classe per la comunicazione online.  Nell’epoca del 2.0 l’azienda veneta non ha esitato a buttarsi nel fantasmagorico mondo dei social networks.
A Vinitaly 2010 dal suo stand prorompeva un megaschermo che non propinava il solito spottone, ma la sua pagina di twitter, che sparava tweets alla supersonica velocità di un cinguettio ogni cinque/dieci secondi.

I nostri ossequi al twitterman manolesta.