Dopo averla annunciata mesi fa, eccola finalmente in commercio. E’ la “Birra spaziale” prodotta dai giapponesi della Sapporo a partire dall’orzo piantato e cresciuto sulla ISS, la Stazione Spaziale Internazionale in orbita a circa 350 chilometri d’altezza.

Produzione limitatissima, circa 250 confezioni da sei bottiglie da 33 cl da 5,5°  in vendita a 10.000 Yen (circa 75 € a confezione). Gli ordini si possono possono fare via internet entro il 24 dicembre e la birra sarà pronta da fine gennaio: i proventi serviranno a finanziare progetti di ricerca.

L’orzo sarebbe il risultato di un esperimento di cinque mesi da parte della Sapporo, dell’Accademia Russia delle Scienze e dell’Università di Okayama. “Il prodotto è perfettamente sano”, ha commentato il boss della Sapporo Seiichiro Ichikawa.

Insomma, se la bevete non vi dovrebbero spuntare tentacoli verdi.