E Genova mette la scienza in padella (o meglio, nel mortaio)

da | Ott 21, 2011

È giunto ormai alla nona edizione il Festival della Scienza di Genova, principale kermesse divulgativo-didattica nazionale sui temi scientifici. Il taglio del nastro si è tenuto oggi, e fino al 2 novembre tutta la città sarà un enorme laboratorio con centinaia di eventi, laboratori e mostre.
E cosa c’è di più vicino alla scienza del mondo enogastronomico? Dai processi chimici e biologici che danno vita al vino, fino alle leggi della fisica per più semplicemente bollire la pasta. Sono ben venti gli appuntamenti di Sapori di scienza, indubbiamente la rassegna più papilla fra tutte. 

Sapori di Scienza, rimanendo a fuoco sui diversi aspetti dell’alimentazione, dialoga tra passato e futuro, intrecciando le nuove idee alla storia degli ultimi 150 anni della nostra cucina, all’eterna diatriba bio-ogm, alle origini della frutta e verdura che troviamo sulle nostre tavole e alla chimica nell’alimentazione.

Il “nuovo”, in campo alimentare, desta sempre sospetto e preoccupazione, poiché l’attenzione al “naturale” è istintivamente molto alta: tuttavia, come sarebbe oggi la nostra vita senza frigoriferi, microonde, forni e tanti altri strumenti tecnologici?

Così annuncia il sito ufficiale.
Il calendario è fitto, e vede ospiti molto noti come Kuaska e of course Dario Bressanini, oltre al “fisico goloso” Andrei Varlamov, presenza tradizionale del Festival.
Ecco gli appuntamenti da non perdere, la maggior parte sono a pagamento e rientrano nel ticket del Festival.

22 ottobre, alle 17:00
Oktoberfest Genova
La Scienza all’Oktoberfest
Luppolo & grappolo – confrontiamo & degustiamo
Marino Giordani, Lorenzo “Kuaska” Dabove

22 ottobre, alle 18:00
Le Cisterne di Palazzo Ducale
I buoni e i cattivi in cottura
Le mille sfaccettature della reazione di Maillard
Vincenzo Fogliano

23 ottobre, alle 11:00
Biblioteca Berio Sala dei Chierici
Da cereali e frutta, nuovi alimenti sani e naturali
Un progetto europeo di sostenibilità e innovazione
Fabio Fava

25 ottobre, alle 18:00
Informagiovani
Apprendere con gusto: il bello della percezione
Tullia Gallina Toschi

25 ottobre, alle 18:00
Galata Museo del Mare Auditorium
Leonardo non beveva cioccolata
Storia e folklore del dolce per eccellenza
Giovanni Petrillo, Pietro Romanengo

27 ottobre, alle 17:30
Informagiovani
È l’ora di assaggiare
Riconoscere la tazzina di caffè
Andrei Varlamov, Marino Giordani

28 ottobre, alle 18:00
Palazzo Ducale Sala del Minor Consiglio
Carne con sei zampe
In futuro mangeremo gli insetti?
Marcel Dicke

30 ottobre, alle 11:00
Le Cisterne di Palazzo Ducale
Pane e bugie
I pregiudizi, gli interessi, i miti, le paure
Dario Bressanini

30 ottobre, alle 15:00
Informagiovani
Invecchiare in salute mangiando bene
La sfida del progetto europeo NU-AGE
Aurelia Santoro

30 ottobre, alle 18:00
Le Cisterne di Palazzo Ducale
Morsi e rimorsi: informazione e disinformazione alimentare
L’antidoto dell’INRAN alle menzogne sulla nostra alimentazione
Andrea Ghiselli

Oltre alle conferenze sono attivi diversi laboratori ed exhibit per chi vuole toccare con mano tutti i processi scientifici che ruotano intorno al mondo del gusto:

  • Alimenti… amo la scienza!
  • Non solo l’ortaggio fa il compostaggio!
  • Freddo…
  • Esperimenti da cucina
  • Aromi dell’altro mondo
  • Il caffè: istruzioni per l’uso
  • Scienza in cucina
  • 4 scienze in padella!
  • … che bocca grande che hai!
  • LaboratOLIO del gusto

Il programma completo e le info evento per evento li trovate sul sito ufficiale.

Autore

Giulio Nepi

44 anni, doppio papà, si occupa da aaaaanni di comunicazione web. Genovese all’anagrafe ma in realtà di solide origini senesi, ha sposato una fiamminga francese creando così un incasinato cortocircuito di tradizioni enogastronomiche

Leggi gli articoli correlati

Articoli correlati