Flashati dalle luci stroboscopiche piazzate sul palco in Piazza Matteotti a Genova, lo scorso 2 gennaio, eravamo in tanti ad ascoltare il concerto della cantante che più di tutte ha segnato l’infanzia di chi è nato tra la fine dei ’70 e i primi anni ’80: Cristina D’avena. Conosciuta ai più come voce di tutte le sigle dei cartoni animati trasmessi nel contenitore Bim Bum Bam, è stata anche protagonista della serie “Kiss me Licia” tra il 1986 e il 1988, accanto a quell’uomo da ciuffo rosso che impersonava Mirko dei Beehive (all’anagrafe Pasquale Finicelli, ma mica cantava lui, la voce era di Enzo Draghi).

Dove potrebbero mai andare a mangiare Mirko e Licia e i nostalgici dei bei tempi andati? Naturalmente da Maido, ristorante specializzato nella preparazione del pancake salato okonomiyaki, che promette di riportarci fin dal primo boccone dentro al cartone Kiss Me Licia e Ranma ½. Oppure ad Osaka, se preferisci fare il serio.
“Come piace a te” + “alla griglia” è la traduzione letterale di okonomiyaki, quindi scegli tu come comporre il tuo pancake e poi via, andare. D’altra parte qui si mangia cibo di strada giapponese (e i 40 mq del locale non aiutano a sostare).

Di zio Marrabbio, purtroppo, neanche l’ombra: o meglio, lo trovi dipinto su un muro raffigurato nel gesto di ripulire il teppan (piastra) con la spatola (kote) che è necessaria per la preparazione di questo piatto a base di uova, cavolo, carne o formaggio. Abbinato all’okonomiyaki vengono serviti gli yakisoba, noodles al grano saraceno saltati sulla piastra a temperatura altissima insieme a carote e cipolle tagliate sottilissime a cui verranno aggiunti pancetta, verdure o gamberi a seconda dei desideri del cliente.

Non mancano la zuppa di miso, gli onigiri (quei deliziosi triangolini di riso ripieni perfetti per aperitivo o come antipasto), anche se, con mia perplessità, si vede passare il burger di riso (due dischi di riso cotto farciti con manzo marinato o pollo). Non c’è rischio di “perdersi nel menù”, ma un confronto con il personale di sala aiuterà nella scelta soprattutto chi non è abituato a questo tipo di proposte. Tutto andrebbe innaffiato da generose quantità di saké o di Ramune, bibita aromatizzata perfino ai Lychee, o con Tè Mugica, a base di orzo tostato (hai presente un tè freddo che sa di caffè? Ecco.).

Se volete proseguire la Kiss Me Licia experience anche a tavola l’indirizzo a cui rivolgervi è:
Maido, via Savona 15, Milano (tel 02 39434027).

CONDIVIDI
Lady Papilla, il tocco femminile che mancava a quei tre. Donna dai mille interessi e perennemente in movimento, scrive ricette e dispensa consigli per sopravvivere ai sentimenti e agli ormoni

NIENTE DA AGGIUNGERE?