(Non è per niente strano fare un) Pub-crawl a Milano

Bere Buona Birra, Lambiczoon e Lambrate: tre nomi per una serata milanese perfetta. Dall'aperitivo fino al dopocena, tutto a base di birra

“Sempre in giro a bere (cit.)”

Me lo dicono sempre mia madre, ormai rassegnata alla mia vita da zingara, e gli amici, per lo meno quelli che non mi seguono nelle scorribande birrarie. Sì, negli ultimi anni ho passato parecchio tempo ad andare in giro per l’Italia, e anche più in là, a bere, scoprire locali, birrifici e, non da ultimo, conoscere persone.
Una delle mete che mi ha dato molta soddisfazione è stata Milano, una città che negli ultimi tempi sta diventando sempre più “da bere”, per lo meno per quanto riguarda la scena birraria, forse per non rimanere troppo dietro a Roma (che, per il momento, rimane la città dove c’è più scelta di pub, beershop e locali birrari).

Il mio battesimo meneghino è stato il Lambrate, e non poteva essere diversamente: primo brewpub nato nel 1996 in via Adelchi, è una vera e propria istituzione. Il locale è molto accogliente e presenta un bel bancone in legno con 12 spine e 3 vie a pompa, dove sono presenti le birre classiche e le stagionali, a rotazione. L’ambiente è divertente, i ragazzi dietro il banco sanno come farvi stare bere con una pinta in mano, c’è anche una bella scelta di piatti dalla cucina, prevalentemente a base di carne, e anche la musica è sempre presente.
Visto il grande successo che ha avuto la formula Lambrate, nel 2011 apre un nuovo pub in via Golgi,  nel cuore di Città studi, di ispirazione sempre inglese ma più spazioso, e dove la cucina diventa un vero punto di forza: la qualità e la scelta dei piatti è davvero alta, basti dire che è stato pubblicato un libro (Manuale pratico di cucina lambratese. Ricette dal Birrificio di Lambrate con ricette di piatti a base di birra, creato ad hoc dagli chef del locale).
Da poco è stato nominato miglior brewpub dell’anno, sia da Ratebeer che dagli  Italian beer awards: non posso che essere d’accordo con questi riconoscimenti. Ah, ovviamente le birre… sono tutte da assaggiare,  magari partite da una classica Ligera, una Montestella o una Ghisa, e poi provate le stagionali e le speciali che troverete… fatemi sapere!

Bere Buona Birra - BBB MilanoIl Lambrate potrebbe essere la perfetta chiusura di un pub crawl milanese: iniziare alle 18 al BBB, Bere Buona Birra, locale aperto nel 2012 da quel simpatico nerd di Filippo Garavaglia, dove potete provare le birre alla spina, non molte ma sempre diverse, italiane e non, oppure scegliere tra le molte bottiglie.
Qui non si trova da mangiare, ma il buon Filippo mette a disposizione i suoi tavoli di legno e potete portarvene da casa (io per esempio ho scroccato pane e salame portati da amici) o scegliere qualche piatto dai locali circostanti, ed il gioco è fatto.

Altrimenti aspettate la seconda tappa del tour, il Lambiczoon di via Friuli, uno dei locali più acclamati degli ultimi mesi. Qui, oltre ad una scelta di birre pazzesca, troverete gli hamburger più buoni di Milano, formaggi e salumi ottimi, ed altra carne al fuoco, il tutto sotto la direzione dei due soci: Alle “Arrogant” Belli, giovane publican di uno dei migliori pub italiani a Reggio Emilia – appunto l’Arrogant Pub – e  Nino Maiorano, il meno giovane publican dello Sherwood di Nicorvo (lo so, non sapete dove sta, è in Lomellina e ha fatto la storia del movimento birrario italiano), che, dietro ad un bancone nero e profondissimo, vi racconterà tutto quello che volete sapere su quello che avete nel bicchiere. Se non conoscete ancora il magico mondo delle birre a fermentazione spontanea fatevi consigliare da lui, nel caso l’acido proprio non vi andasse giù potete scegliere tra il meglio dei classici della produzione italiana ed europea.
Il Lambiczoon ha aperto a novembre, e per mia fortuna ero all’inaugurazione, una festa bellissima con gente da tutte le parti, vi invito a leggere il bell’articolo che ha scritto il molto più autorevole di me Andrea Turco sul suo Cronache di Birra (ed anche gli interessanti commenti).

Al Lambiczoon vado appena posso, per bere un Lambic o anche una Rodersch (più facilmente entrambi), servite alla perfezione, e per fare due chiacchiere con Nino, davvero un pezzo di storia (ben conservato) della scena birraria italiana.

Ovviamente adesso è tempo di Lambrate, saranno quasi le 21 ed è ora di avviarsi per il gran finale… insomma, genovesi e non, prendete un treno ed andate a Milano, questo è solo uno spunto di quello che potete provare in città, i locali sono molti altri ma questi sono i miei preferiti.

Cheers!

BIRRIFICIO LAMBRATE
indirizzo: Via Adelchi 5 –  20131 Milano
orari di apertura: mar-dom 18.00 – 2.00
giorno di chiusura: lunedì
indirizzo: Via Golgi 60 20133 Milano
orari di apertura: lun-ven 12.30-15.00 18.00-2.00; sab 19.30-2.00
giorno di chiusura: domenica
www.birrificiolambrate.com

BBB – BERE BUONA BIRRA
indirizzo: via Adige 13 – 20135 Milano
orari di apertura: lun-ven 12.00-22.00; sab-dom 10.00-22.00
giorno di chiusura: nessuno
www.berebuonabirra.com

LAMBICZOON
indirizzo: Via Friuli 46 – 20135 Milano
telefono: 02 36534840
orari di apertura: lun-ven 17.30-2.00; sab-dom 12.30-2.00
giorno di chiusura: nessuno
www.lambiczoon.com

Dedico questo mio primo post a Tyrser e Giacu, insostituibili compagni di bevute
(BB)

CONDIVIDI
Nata dalla fusione tra l'orzo Maris Otter e il luppolo Styrian Golding, è l’unica donna il cui nome anagrammato dà “Portami un’altra birra, e portamela ballando”. Indovinate di cosa scrive su Papille?

2 OPINIONI

Comments are closed.