Quattro giorni di Franconia in centro storico

12274476_1665094687094843_676309415162164535_nScocca l’ora del Franconia Beer Festival allo Scurreria Beer & Bagel: una vera e propria invasione di birra tedesca da venerdì 27 a lunedì 30 novembre.

Una ventina i birrifici selezionati, per un totale di oltre trenta spine provenienti dal centro del mondo brassicolo: questa piccola regione della Baviera settentrionale, raccolta intorno al centro di Bamberga, annovera la più alta concentrazione di birrifici del mondo (quasi 300 nel raggio di 40 km).
Se avete fatto la bocca alle classiche e famosissime birre bavaresi, sappiate che quelle di questa piccola e orgogliosa porzione di Baviera ha tradizioni tutte sue. Le birre hanno infatti un carattere rustico inconfondibile, che esalta tutti i profumi e i sapori del territorio da cui provengono – un territorio dove prosperano alcune fra le migliori malterie mondiali.

La dimensione media delle birrerie è ancora in larghissima parte famigliare, con birrerie che propongono ricette inalterate nel tempo; stili tradizionali non ancora intaccati dalla marea luppolata che monta nel resto nel mondo: fra tutti il più celebre è senz’altro quello delle rauchbier, le birre affumicate, che hanno in Bamberga la riconosciuta capitale mondiale.

Per quattro giorni le spine di Scurreria verranno interamente occupate dalle birre di Gaenstaller, Gradl, Knoblach, Zehendner, Witzgall, Ott, Hummel, Will, Meinel Brau, Krug, Forst Goldner Lowe, Heller, Kraus, Metgerbrau, con tutte le specialità più tradizionali: dalle keller alle pils passando per le bock stagionali finendo con le rauchbier – quasi tutte personalmente testate da Alessandro e Giorgio nei loro viaggi-studio (ehm…) in Franconia. Ci sarà ovviamente anche qualche botticella da aprire a martellate come tradizione impone.
Per chi ha fame verranno servite Schnitzel (milanesi) impanate nelle trebbie Knodel e la kartoffelnsalad. Stinco su prenotazione (contattare la pagina facebook del locale).

CONDIVIDI
44 anni, doppio papà, si occupa da aaaaanni di comunicazione web. Genovese all’anagrafe ma in realtà di solide origini senesi, ha sposato una fiamminga francese creando così un incasinato cortocircuito di tradizioni enogastronomiche