Il 2018 è l’anno del cibo italiano

Fra le tante iniziative, anche la campagna social #annodelciboitaliano. Si comincia fotografando le opere d'arte nei musei italiani

Dopo il 2016 Anno nazionale dei cammini e del 2017 Anno nazionale dei borghi, il 2018 sarà l’Anno del cibo italiano. L’obiettivo è promuovere uno degli asset fondamentali del nostro paese: il legame profondo tra cibo, paesaggio, identità e cultura.

Durante tutto l’anno eventi e iniziative valorizzeranno i cinque patrimoni Unesco italiani legati al cibo (la Dieta Mediterranea, la vite ad alberello di Pantelleria, i paesaggi della Langhe Roero e Monferrato, Parma città creativa della gastronomia e all’Arte del pizzaiuolo napoletano), sperando di aggiungervi anche le recenti candidature per il Prosecco e l’Amatriciana.

Il mese di gennaio è invece dedicato al binomio cibo e arte: un calice di vino nella mano di Bacco, piatti barocchi di cacciagione, pesci e crostacei affrescati, tavole imbandite di grappoli d’uva, pani, mele e melograni. Leonardo, Caravaggio, Pompei: una campagna social tutta incentrata sugli alimenti dipinti o scolpiti nei Musei nazionali, con l’account Instagram @museitaliani che posterà e condividerà circa 50 locandine digitali. Per Genova è stata scelta la Cena di Cristo in casa di Simone di Domenico Fiasella, a Palazzo Reale.

Domenico Fiasella, La Cena a casa di Simone il Fariseo, Museo di Palazzo Reale – Genova

Le regole della campagna social sono semplici: visitate gli oltre 420 musei, parchi archeologici e luoghi della cultura italiani, cercate, fotografate e condividete con gli hashtag #annodelciboitaliano e #italianfood2018.

La condivisione delle foto diventerà un reportage collettivo che, attraverso il cibo, racconterà anche la storia della nostra società, l’evoluzione del gusto, evidenziando quanto il patrimonio enogastronomico faccia parte dell’identità italiana.

CONDIVIDI
PapilleClandestine
Blog di panza e sostanza. Uni e trini, come quell'altro più famoso (per ora): con Alessandro Ricci, Daniele Miggino e Giulio Nepi. Si parla e si cazzeggia su minuzie gastropiacevoli quali cibo, vino, birra, mondo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here