Omaggio a Nino Bergese. Cena da Voltalacarta

Il re dei cuochi, il cuoco dei re” lo hanno definito. E scusate se è poco.
La storia di Nino Bergese da Saluzzo, leva 1904, è tutta da raccontare. È stato il padrone fin da giovanissimo della cucina di nobili e potenti d’Italia: da Umberto di Savoia al duca d’Aosta Emanuele Filiberto, fino all’industriale del cotone Wild. Ha vissuto una stagione felicissima proprio a Genova, nel dopoguerra, aprendo La Santa.

Ha concluso la carriera a Bologna, al San Domenico di Imola, creando il mito di uno dei due-stelle Michelin più longevo d’Italia (oltre 40 anni). Una grandissima storia, in parte raccolta nel libro di ricette Mangiare da re (sottotitolo 520 ricette d’alto rango), pubblicato nel 1969 per volere dell’editore Giangiacomo Feltrinelli, con prefazione di Gino Veronelli.

Insomma, Nino Bergese è a diritto uno dei grandi cuochi della storia italiana, di sicuro il primo chef a diventare famoso, inaugurando un filone che da Marchesi a Masterchef ha segnato la nostra contemporaneità. A lui Genova ha intitolato il proprio Istituto Alberghiero, dove i cuochi liguri di domani vengono formati.

A 40 anni dalla sua scomparsa (avvenuta nel 1977) nel nostro piccolo lo ricorderemo con una serata speciale. Grazie soprattutto alla passione, pazienza (e un pizzico di incoscienza) di Maurizio Pinto, che riproporrà alcune delle ricette storiche di Nino Bergese.

Appuntamento per martedì 14 novembre, al ristorante Voltalacarta, dove andrà in scena la serata “Omaggio a Nino Bergese“. Appuntamento alle ore 20 (via Assarotti, 60), per una serata unica, con ricette dal sapore forte e antico, ricercate e “anti-contemporanee”. Riproposte tali e quali, senza infingimenti.

Il costo è di 45 euro a persona, vini inclusi. Per partecipare, occorre essere soci 2017 dell’associazione culturale Papille Clandestine.

Clicca qui per prenotarti <

MENU NINO BERGESE

Benvenuto con Canapè ai tempi di Nino Bergese
Crostino con brandade di stoccafisso
Conchiglie St-Jacques à la Normande
Ravioli di branzino, salsa alle cozze con pomodoro fresco
Sogliola allo Champagne
Costolette di agnello alla Villeroi con patate fondenti e scorzonera fritta
Riso all’Imperatrice

Vermentino dei Colli di Luni Lunae – Bosoni
Colli di Luni Rosso DOC Riserva “Niccolò V” – Bosoni

CONDIVIDI
Blog di panza e sostanza. Uni e trini, come quell'altro più famoso (per ora): con Alessandro Ricci, Daniele Miggino e Giulio Nepi. Si parla e si cazzeggia su minuzie gastropiacevoli quali cibo, vino, birra, mondo

NIENTE DA AGGIUNGERE?

RISPONDI