L’Europa sta vivendo periodi tempestosi, che presto sfoceranno nella tragedia bellica. I Mondiali sono uno specchio dei terremoti geopolitici: l’Austria del grande Sindelar non può partecipare perché unita con l’Anschluss alla Germania nazista. L’Italia è forte, più forte di quattro anni prima, e dopo aver spennato i Galletti padroni di casa nei quarti e il Brasile in semifinale, supera 4-2 l’Ungheria nella finalissima [6′ Colaussi (I), 8′ Titkos 8(U), 16′ Piola 16′(I), 35′ Colaussi (I), 70′ Sarosi (U), 82′ Piola (I)]. La Crêpe si tinge d’azzurro…farcendosi di Nutella… (© ph cacaobug)