Mondial fùd(t): 1938 • Francia, ITALIA

da | Giu 13, 2010

L’Europa sta vivendo periodi tempestosi, che presto sfoceranno nella tragedia bellica. I Mondiali sono uno specchio dei terremoti geopolitici: l’Austria del grande Sindelar non può partecipare perché unita con l’Anschluss alla Germania nazista. L’Italia è forte, più forte di quattro anni prima, e dopo aver spennato i Galletti padroni di casa nei quarti e il Brasile in semifinale, supera 4-2 l’Ungheria nella finalissima [6′ Colaussi (I), 8′ Titkos 8(U), 16′ Piola 16′(I), 35′ Colaussi (I), 70′ Sarosi (U), 82′ Piola (I)]. La Crêpe si tinge d’azzurro…farcendosi di Nutella… (© ph cacaobug)


Autore

Alessandro Ricci

Sotto i 40 (anni), sopra i 90 (kg), 3 figlie da scarrozzare. Si occupa di enogastronomia su carta e web. Genoano all’anagrafe, nel sangue scorrono 7/10 di Liguria, 2/10 di Piemonte e 1/10 di Toscana. Ha nella barbera il suo vino prediletto e come ultima bevuta della vita un Hemingway da Bolla.

Leggi gli articoli correlati

Articoli correlati

Cari chef, cedete al lato oscuro di Instagram

Cari chef, cedete al lato oscuro di Instagram

Non ci voleva l'ennesima statistica per confermarlo, ma c'è: spendiamo cinque interi giorni all'anno a guardare foto di cibo su Instagram, e il 30% di noi si basa sull'appetibilità dei piatti postati per scegliere se andare o meno in quel ristorante. Non ci voleva...