Alla ricerca del Miscelatore Futurista Nazionale 2016

da | Apr 26, 2016

Sei un miscelatore futurista e nel tuo Quisibeve prepari polibibite ardite? Giulio Cocchi ha lanciato la competizione per te e – in caso di vittoria – New Orleans ti aspetta.
Puliamo la frase dai termini della miscelazione futurista: miscelatore sta per barman, Quisibeve per bar, polibibita per cocktail. Il resto però, rimane identico: la casa astigiana nota nel mondo per i suoi vini aromatizzati, ha lanciato la prima competizione per l’elezione del Miscelatore Futurista Record Nazionale 2016. In premio, la partecipazione al Tales of the Cocktail 2016 di New Orleans.

Ecco come partecipare

Per partecipare i candidati dovranno inviare all’indirizzo barcocchi@cocchi.com i dati personali, il nome del Quisibeve (bar) all’interno del quale si cimentano nella miscelazione e la formula originale della polibibita, specificandone la composizione e la preparazione. Sono graditi fotografia della polibibita e video della realizzazione, a corredo della domanda di partecipazione.
Le iscrizioni si chiudono l’8 giugno 2016.
nomi dei finalisti saranno annunciati in occasione di Baritalia Hub al Palazzo del Ghiaccio di Milano il 13 giugno.

Solo le migliori 10 polibibite infatti saranno ammesse alla finale che si terrà il 4 luglio a Torino: una commissione di addetti ai lavori sceglierà tra i finalisti il Miscelatore Record Nazionale che riceverà la corona e i biglietti per volare a New Orleans.
Il regolamento completo si può consultare a questo link: http://cocchi.it/miscelatore-record-nazionale-futurista/

Il concorso è un’iniziativa della casa astigiana che prosegue idealmente il progetto iniziato due anni fa con la pubblicazione del libro “La Miscelazione Futurista. Polibibite: la risposta autarchica italiana ai cocktail degli anni Trenta” a cura di Fulvio Piccinino (che abbiamo ospitato la scorsa settimana al Teatro Altrove per una serata futurista papilla).
Il Miscelatore Futurista, attenendosi strettamente a un apposito NeoManifesto stilato da Piccinino, dovrà creare con prodotti italiani – distillati e liquori –  la polibibita.

Autore

PapilleClandestine

Blog di panza e sostanza. Uni e trini, come quell'altro più famoso (per ora): con Alessandro Ricci, Daniele Miggino e Giulio Nepi. Si parla e si cazzeggia su minuzie gastropiacevoli quali cibo, vino, birra, mondo

Leggi gli articoli correlati

Articoli correlati

Beyond Meat: ma la finta carne sa di carne?

Beyond Meat: ma la finta carne sa di carne?

La notizia è recente. Beyond Meat, la “fake meat” che vuole sfidare la carne vera, ha sbancato Wall Street con un balzo del 500% delle azioni in meno di due mesi e un utile nel primo trimestre 2019 superiore a 10 milioni di euro. Altrettanto recente è l'arrivo in...