Incontri con i birrai: Loverbeer da Kamun

da | Apr 14, 2015

valter_loverier_2Astenersi perditempo. Domenica 19 aprile appuntamento di un certo spessore per gli amanti delle birre acide: Valter Loverier presenta quattro sue birre da Kamun Lab di via San Bernardo, accompagnate dagli abbinamenti di Marco D’Amato aka Marcone.

Birre non facili, quelle di LoverBeer, a fermentazione spontanea ed in stretta relazione con i prodotti del territorio, uva soprattutto: dei gioiellini di grande complessità che ormai Valter esporta con successo in mezzo mondo.
Insomma, serata non per tutti ma di quelle decisamente da non perdere! Papilli presenti!

Questo il programma:

Saison de l’Ouvrier, farmhouse sour ale ispirata alle Saison di un tempo, fermentata in legno grazie a lieviti selvaggi isolati dalla BeerBera.
> abbinamento: Carne Salada del Trentino con scaglie di Cadetto Montébore. Un formaggio storico della Val Borbera (Al) con una tendenza dolce e una riconoscibile vena acida che contribuisce a conservare freschezza.

BeerBrugna, sour aged ale prodotta da una fermentazione ad opera di un inoculo di lieviti (tra cui brettanomyces) e batteri lattici. Successivamente vengono aggiunte in macerazione susine damaschine (Ramassin) per riaccendere un’ulteriore fermentazione.
> abbinamento: Samosa. Fagottini farciti di patate curry e uvetta, tipico appetizer indiano

BeerBera: birra a fermentazione spontanea, maturata in legno con l’aggiunta di uva Barbera pigiata e diraspata.
> abbinamento: Cipolla ripiena alla Langarola. Cotta nel sale e ripiena di besciamella, cipolla e Montébore.

Marchè’l Re, italian imperial coffee spiced stout. Il suo processo produttivo prevede passaggio in barrique per un anno con l’aggiunta di caffè e spezie.
> abbinamento: Cheesecake con crumble al caffè

Costo della serata 30 eur. Info e prenotazioni 347 1221775 oppure direttamente al Kamun Lab in Via di San Bernardo [pagina evento Facebook]

Autore

Giulio Nepi

44 anni, doppio papà, si occupa da aaaaanni di comunicazione web. Genovese all’anagrafe ma in realtà di solide origini senesi, ha sposato una fiamminga francese creando così un incasinato cortocircuito di tradizioni enogastronomiche

Leggi gli articoli correlati

Articoli correlati

Genova Wine Festival 2024: ci siamo!

Genova Wine Festival 2024: ci siamo!

Sabato 4 e domenica 5 maggio il vino dei genovesi protagonista a Palazzo Ducale (Saloni del Maggior e Minor Consiglio). 50 cantine, 8 artigiani alimentari, 10 laboratori e il Fuori Festival nei locali cittadini Sabato 4 e domenica 5 maggio 2024 torna a Palazzo Ducale...