Il Monferrato lo portiamo nel cuore, noi Papilli. Anche perché nel 66% di noi (due su tre, via) scorre sangue (e Barbera…) monferrino, e in questo territorio abbiamo rapporti famigliari, amici, ricordi. E poi c’è Fabio Molinari, che è  Monferrino Doc.  Insomma, non abbiamo bisogno di particolari eventi per salire in macchina e scivolare nel suo paesaggio ammantato di vigne e di castelli. Però questo weekend c’è un motivo in più per fare un salto nel Monferrato. Si svolge, infatti, Golosaria nel Monferrato, la rassegna itinerante di cultura e gusto organizzata dal giornalista Paolo Massobrio e dal Club di Papillon, che animerà il territorio alessandrino da venerdì a domenica.

Il cuore della manifestazione è Casale Monferrato e il suo Castello, che ospiterà una nutrita schiera di produttori e artigiani del gusto proveniente da tutta Italia. Ma Casale è anche una cittadina da visitare, non solo per le sue tradizioni gastronomiche (krumiri su tutte): il centro storico è vivo, c’è una delle sinagoghe più importanti d’Italia, un gioiello, e poi il duomo, e quella scia di caffè e botteghe che fa subito Piemonte.

Ma la caratteristica più bella di Golosaria è che tanti paesi, in maniera autonoma, aderiscono all’iniziativa, interagendo tra loro, facendo sistema, allargando la festa a macchia d’olio. Tra sabato e domenica sono previste iniziative ad Alessandria, Alfiano Natta, Altavilla, Camino, Cerrina, Felizzano, Fubine, Gabiano, Giarole, Lu, Mirabello, Murisengo, Oviglio, Pontestura, Ponzano, Quattordio, Rosignano, San Giorgio, Serralunga di Crea, Vignale. Ognuno con il suo castello (il Monferrato è il territorio più castellato d’Italia), il borgo in festa, i prodotti tipici, la banda, i banchetti, i negozi e le cantine aperte.

Tutto il programma e le notizie utili per costruirsi il proprio “percorso di festa” è su www.golosaria.it. La manifestazione bisserà il weekend successivo (9-11 marzo), spostandosi nell’astigiano, concentrandosi sul vino, con la Fiera dei Vini della luna di marzo, che si svolgerà ad Asti, a Palazzo Enofila, e poi ancora in giro, nei paesi.

P.s: Per chi ha un iphone o un ipad (o anche un ipod touch) consiglio l’app gratuita Il Golosario Monferrato: contiene quasi 1300 segnalazioni georeferenziate sul territorio monferrino, gastronomiche e turistiche. Imperdibile!