10897963_10153141035578949_7470432451886027003_nI “giorni della merla” indicano tradizionalmente gli ultimi tre giorni di gennaio, e sono considerati i più freddi dell’anno. Da otto anni però, per centinaia di appassionati sbevazzatori di birra, l’unica merla di gennaio segnata sul calendario è quella delle Birre della Merla, un mini-festival ad alta qualità birraria e bassa temperatura meteorologica organizzato dal Birrificio Montegioco per scaldare gli animi e gli stomaci dei bevitori invernali.

Nel 2015 questa tradizione inossidabile (dal freddo) prosegue: la quiete dei colli tortonesi, a un tiro di schioppo da Genova, verrà infranta da giovedì 29 gennaio a domenica 1 febbraio. Appuntamento presso la tradizionale base dei nicchioni, l’agriturismo La Capanna (Cascina Capanna 2, Montegioco AL).

Come sempre, protagoniste le birre di Montegioco e di alcuni birrifici amici. Quest’anno saranno Orso Verde, Bi-Dù, Foglie d’Erba e Retorto. Si potrà mangiare, naturalmente, ascoltare musica dal vivo e partecipare ai labirratori, i laboratori di degustazione (ma solo se avete già prenotato: sono esauriti da tempo).

 

Birrifici e birre presenti

Orso Verde: Cometa Rossa, Rebelde, DNA
Bi-Dù : Artigianale, Junior, Confine, Xtreme, Sotto Casa, UBM
Foglie d’Erba: Cherry Lady, Porter Breakfast Edition, Babel, Haraban
Retorto: Morning Glory, Malalingua, Black Lullaby, Bloody Mario
Montegioco: Runa, Ne+ Ne-, Belle Gose, Rurale, Apa L’USA, Demon Hunter, Tentatripel, Mac, Mummia, Dolii Raptor, Miss Sour, Draco, Garbagnina, Quarta Runa, Open Mind, Bran, Zorzona.

 

Programma e orari Birre della Merla 2015

Giovedì 29 gennaio ore 18-01
Polentizza. Con la partecipazione straordinaria di Agostino Arioli e i ragazzi del Birrificio Italiano

Venerdì 30 gennaio ore 18-02
ore 22: Hungry hearts,  Bruce Springsteen tribute

Sabato 31 gennaio ore 11-02
ore 16: Labirratorio Metti una Merla… a merenda.
Tris di salumi, Tris di formaggi, Zarbagnina, Porco Mio, Tris di dolcetti; 5 birre e 2 vini
Conduce Kuaska

Domenica 1 febbraio dalle 11

 

Cosa mangiare

Sempre presenti:
– Panino di Mmerla (crema di lenticchie e senape, salame cotto e cime di rapa),
– Zuppa del nicchione (verdure),
– Salamini (salsiccia),
– Patate al forno e panino vegan (cime di rapa e crema di lenticchie)

A spot:
– Chili con panna acida,
– Costine di maiale marinate nella birra,
– Zaria (carne in gelatina di birra),
– Ravioli
– Salumi della Capanna.
– Formaggi di Luca Montaldo, di Vallenostra, e di Marco Bernini.
– Dolce della Capanna e della Pasticceria Carrea.

La domenica ci saranno piatti speciali a sorpresa, ma nonci sarà bisogno di alcuna prenotazione.
Come sempre, durante tutta la manifestazione sarà possibile acquistare dei pezzi di carne nella macelleria interna all’Agriturismo e farvela cuocere al momento.

Per dormire qui sono disponibili diversi indirizzi in zona.